MADDALONI – (di Antonio Cembrola) La tradizione suggestiva della festività di Sant’Antonio Abate, con il suo corollario di speranze per il nuovo ...
 
 
anno, rivive nuovamente grazie all’associazione artistica culturale ‘Germogli’. Il sodalizio cittadino del presiedente Pasquale Di Matteo, in collaborazione con la parrocchia di Santa Sofia, guidata da Don Antonio Traviso, ha organizzato per il prossimo 18 gennaio l’evento ‘U Cippo e Sant’Antuono’. La manifestazione, giunta ormai alla settima edizione, prevede momenti di natura religiosa e di festa popolare. Alle ore 18:30 all’interno della chiesa ...
 
 
sarà celebrata la Santa Messa seguita poi dalla benedizione degli animali che si svolgerà nel cortile posteriore della parrocchia. Nello stesso luogo ci sarà la benedizione del fuoco e l’accensione del cippo di Sant’Antonio. Seguirà la vera e propria festa: ad aprirla sarà concerto il gruppo ‘Germogli Folk Band’, formato da Gianluca Nocera (voce e chitarra),Grazia Tartaglione (voce), Antimo Pascarella (violino), Antonio Colino (fisarmonica), Silvio De Angelis (percussioni), e Pasquale Di Matteo (tamburi a cornice e pad), con canti e balli. Contemporaneamente ci sarà anche una degustazione di prodotti tipici del territorio. Tutti questi momenti si prefiggono lo scopo di dare l’addio definitivo al vecchio anno e di accogliere nel segno della speranza il nuovo. Del resto continua ad appartenere ad ognuno il vecchio detto ‘Sant’Antuono tecchete o vecchio e damme o nuovo’, il nostro popolare ed identificativo augurio di buon anno.