Forse ad inizio campionato nessuno avrebbe immaginato una situazione di classifica così vicina nei numeri e nella posizione. Villa Literno e Maddalon...
 
 
ese
si preparano alla nona di campionato (domani alle 14.30 al “Comunale”) appaiate in graduatoria a quota dieci punti. Non c’è bisogno di grandi intuizioni per capire che si tratta di una sfida molto delicata tra due formazioni ancora alla ricerca della propria stabilità e della strada giusta da percorrere per centrare gli obiettivi prefissati. Il Villa Literno è sicuramente la delusione di questo inizio stagione. Tra le favorite della vigilia per...
 
 
un campionato di vertice, i biancorossi sono incappati in una serie di risultati negativi culminati con tre sconfitte consecutive che hanno compromesso non poco di piani dirigenziali. La prova di forza di sette giorni fa in casa del Ponte ’98 con i tre punti racconti in trasferta dovrebbero rappresentare una sterzata decisiva per non perdere altro terreno con la vetta. Non sta di certo meglio la Maddalonese (appaiata a quota dieci in classifica) che dopo i due stop con Casagiove e Teano ha l’obbligo di voltare pagina nei numeri ma anche nel gioco. Il problema del gol è evidente (solo dieci volte la palla in fondo al sacco per i granata) ma anche dal punto di vista mentale c’è bisogno di una prestazione convincente contro una “grande” di questo girone A di Promozione. Nonostante l’inizio “zoppicante”, il Villa Literno può contare su una rosa di prim’ordine dove compaiono nomi come Perna, Annunziata, Chianese, Aliperti e soprattutto l’ex di turno Alessio Bonovolontà che tanti bei ricordi ha lasciato a Maddaloni. Una sfida a nervi tesi dove, come più volte visto nel corso del torneo, l’equilibrio potrebbe essere spezzato da un episodio. “La squadra ha voglia di riscatto. La partita con il Teano – spiega l’allenatore della Maddalonese Mimmo Santonastasoha lasciato il segno inutile nasconderlo ma, abbiamo tutti voglia di realizzare una prestazione convincente contro un’ottima squadra come il Villa Literno. In settimana abbiamo intensificato gli allenamenti e stiamo tutti camminando nella stessa direzione per metterci alle spalle questo periodo poco positivo. Domani pomeriggio la Maddalonese scenderà in campo prima con il cuore e poi con la tecnica. Bisogna superare prima le difficoltà mentali poi quelle di gioco. In alcuni casi – conclude il mister – meglio affrontare squadre importanti come il Villa Literno”. Sulla trasferta contro l’undici di mister Amato peserà anche l’infermeria che in casa granata vede indisponibili Aiello, Piccirillo e Barletta. Recuperato Fiorenzo Pastore. I tifosi attendono i suoi gol.