Emergono nuovi dettagli dell’operazione ‘The Family’ che ha travolto una serie di società riconducibili a Giuseppe Barletta, dominus dell’Interporto Sud Europa. Due agli arresti domiciliari, Giuseppe Barletta e il suo braccio destro Nicola Berti, e due persone che dovranno sottoporsi all’obbligo di firma: si tratta di Gennaro Mancini, presidente del consiglio direttivo del Consorzio “Cogeri’’, e Giuseppe Pisanti, tra i fiduciari del gruppo Barletta, indagato per aver “dolosamente agevolato” la bancarotta concordataria dell’allora holding di gruppo, la Sep 92 sr. Il sequestro eseguito dalla Guardia di Finanza riguarda beni per 28 milioni di euro tra cui anche la liquidità della società ‘Antichi splendori srl’ e le quote societarie della società ‘Piazza degli Svaghi srl’ che detiene numerosi immobili nell'area esterna del Centro commerciale Campania, molti dei quali concessi a multinazionali.