REGIONALE - Dopo la “Mu Mu Mozzarella Tokyo Dop” prodotta e scoperta in Giappone e spacciata come mozzarella di Bufala questa volta è la vicina Nola a regalare un altro caso simile. I carabinieri forestali della stazione di Roccarainola hanno sanzionato con una maxi multa un caseificio di Nola dove è stato riscontrato che il tabellone pubblicitario riportava la scritta “mozzarella di bufala” ma quel caseificio non è nella zona del disciplinare d.o.p. per la mozzarella di bufala né vendeva prodotti di provenienza da un caseificio della zona Dop. Nei confronti del commerciante è stata comminata una multa da 4mila euro.