Isola ecologica mobile ferma da oltre un mese al mercato agro-alimentare. È un problema infinito quello della gestione dei rifiuti a Maddaloni. La situazione non cambierà neanche con cento nuove amministrazioni se non ci saranno muove assunzioni. Questa vicenda è davvero paradossale. La Regione Campania ha fornito il Comune di Maddaloni di una unità mobile, un camion con più cassoni, per stazionare nei quartieri più distanti dall'isola ecologica di via Viviani e consentire ai cittadini di conferire rifiuti differenziati più agevolmente. Nonostante la consegna sia avvenuta più di quaranta giorni fa il mezzo non può essere utilizzato perché mancano una serie di atti amministrativi che dovevano essere espletati dai funzionari del Comune subito dopo aver sottoscritto la convenzione dove è previsto che manutenzione, oneri di assicurazione e bollo spettano all'ente locale. I dipendenti non hanno però previsto un capitolo di spesa in bilancio da cui attingere il denaro necessario per cui l'ufficio ragioneria ha bloccato ogni spesa necessaria per utilizzare l'isola ecologica mobile. Il ping pong delle responsabilità tra i vari dipendenti va avanti da diverse settimane e a perderci sono solo i cittadini.