MADDALONI – Si è da poco concluso il consiglio comunale iniziato oggi pomeriggio alle 17. Il civico consesso si è riunito per valutare gli otto ...
 
 
punti all’ordine del giorno che alla fine sono stati tutti approvati. Assente il sindaco Andrea De Filippo per motivi personali, a guidare l’esecutivo è stato il vicesindaco Gigi Bove. Si trattava per la maggior parte di temi e procedimenti essenzialmente amministrativi, ovvero il bilancio consolidato ed una serie di pagamenti a vecchie società che avevano lavorato per il comune. Il punto più interessante invece è stato la presentazione di un preliminare d...
 
 
i progetto per la soluzione, sia in termini di circolazione che di sicurezza stradale, della s.s. 265 ‘Ponti della Valle’. Il consiglio si è aperto subito con un vivace dibattito sulla sospensione dei lavori della commissione controllo e bilancio annunciata dal presidente  Michele Russo. Il consigliere di ‘Maddaloni Green’ lamenta una sorta di ‘ostracismo’ da parte di assessori e funzionari comunali ad intervenire in commissione. Da ciò è nato un confronto tra il consigliere Antonio De Rosa di ‘Maddaloni Positiva’ ed i consiglieri d’opposizione Angelo Tenneriello e Gaetana Crisci. Alla fine la discussione è stata fermata dal presidente del consiglio Capuozzo che ha iniziato l’analisi dei punti all’ordine del giorno. Durante la discussione è emersa anche la questione della rata dell’interporto che non è stata ancora versata e che, nonostante le rassicurazioni del vicesindaco Bove, che ha letto una comunicazione della società, è stata duramente valutata dai consiglieri d’opposizione. Il progetto sulla s.s. 265 ‘Ponti della Valle’  è stato illustrato dall’assessore ai lavori pubblici Giuseppe D’Alessandro. Il preliminare del progetto, studiato ed analizzato dai rappresentanti dei comuni di Maddaloni e Valle di Maddaloni e dal comitato dei residenti della zona, prevede l’installazione di ben 4 rotonde lungo la strada: la prima ai giardinetti, la seconda all’incrocio della statale con via Feudo e via Carmignano, la terza nei pressi del famoso chiosco, e la quarta all’altezza dell’uscita della cava che affaccia sulla statale. Il progetto preliminare ha raccolto i voti e l’approvazione unanime del consiglio comunale.