MADDALONI – (di Antonio Cembrola) Solo pochi mesi fa il sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo, in una delle consuete interviste rilasciate ad una testata loc...
 
 
ale, aveva invitato i consiglieri d’opposizione a condividere e partecipare fattivamente all’esperienza di governo, comunicando la volontà di allargare la schiera dei suoi collaboratori. Si può ben dire che ad oggi questa operazione sia ormai per la maggior parte ultimata. Il primo cittadino infatti è pronto ad affidare nuove quattro deleghe sia a membri del consiglio comunale che ad esponenti al di fuori del civico consesso. Per due di queste deleghe i nomi sono...
 
 
ormai quasi del tutto sicuri. Si tratta di quella della sicurezza, che, come dichiarato già pubblicamente dal sindaco, sarà affidata al consigliere Claudio Marone,  e del controllo delle ville pubbliche e del decoro urbano, che verrà affidata al leader UPM (Uniti per Maddaloni) Enzo Bove. Per le altre due deleghe, sviluppo industriale e strategico, e periferie ancora non si conoscono i nomi, ma molto probabilmente si tratterà di un consigliere d’opposizione e di un altro esponente estraneo al consiglio comunale. Naturalmente la strategia di De Filippo è quella di allargare ulteriormente il proprio consenso ampliando la propria squadra di governo con il recupero di forze extraconsiliari, vedi Enzo Bove, e di elementi dell’opposizione. Staremo a vedere se provocherà degli smottamenti nella maggioranza che ha portato alla vittoria la coalizione.